Il giocatore di biliardo

 Il giocatore di biliardo
 fumava lentamente
una sigaretta liberatrice.
Pigro
studiava il colpo prossimo.
In mente il ricordo
della sua partita migliore.
Il tappeto verde
era pronto ad ospitare
le sue riflessioni.
Il colpo era semplice
di routine,ma da tempo
si scopriva stanco
di gestualità standardizzate.
Il pubblico sperava
trattenendo il fiato
che il suo talento innato
 potesse tornargli d'aiuto,
nel muover le biglie
in quel percorso bislacco
che solo lui conosceva.
Il giocatore di biliardo
ormai aveva perso
quella poca concentrazione
che ancora lo teneva in gara
per il titolo nazionale.
La sua attenzione
era rapita da una bimba
che dormiva beata
tra le braccia di una madre
giovane e bella.
Davanti ai suoi occhi
prese forma il risveglio
quindi un dolce sorriso.
Per un attimo
incontrò i suoi occhi
che come specchi
riflettevano la madre
con la stessa fragilità
delle sue tattiche di gioco.
Lentamente
sorridendo
strofinò il gesso sulla stecca
finalmente pronto
a correre incontro
alla sua partita migliore.

Altre opere di questo autore