Vangher? con le mie dita stanche

Vangher? con le mie dita stanche la terra del tuo corpo, raccoglier? gli acini dolci nelle vigne dei tuoi abbracci e mi disseter? la gola il vino fermentato delle tue parole, mi nutrir? il pane di grano cresciuto sul tuo seno. Mi riposer? all'ombra dei tuoi capelli e nel pomeriggio m'addormenter? nel fresco dei tuoi occhi. Getto il mio respiro nel vento che lo scava e si fanno pi? vicine le nuvole ed il cielo cos? come il volo degli uccelli trapassa nei sogni mentre il tuo nome in sillabe carezza le mie labbra dondolando nel silenzio in cui cado.

Altre opere di questo autore