L'asceta

Lo sguardo inerte, fisso verso il vuoto,

la mente assente, senza sentimenti,

è solo un corpo vuoto che a momenti

sembra stia per cader ma, resta immoto.

 

Il cuore batte ancora, lentamente,

come un ultimo rantolo di vita.

Lieve il respiro, un anima assopita,

senza pensieri, totalmente assente.

 

Ma è in trasferta, in altra dimensione;

la mente abbraccia tutto l’universo;

sta navigando verso un cielo terso

parte di un tutto, sta in contemplazione.

 

 L’anima appesa al filo del compiuto

in estasi, rapito, cuore e mente,

fuori da ogni passato, ogni presente

per raggiunger infine l’assoluto.

 

 

 

 

 

 

 

Altre opere di questo autore