Er baciccia (l'òmo galleggiante

Da tempo ho fatto un voto:

qualunque vento tira

fino che er monno gira

lo lasso gira’ a vòto.

 

Io seguo la corente!

Bòna o cattiva fede

de quello che succede

nun me ne frega gnente.

 

Drento er cervello ho fatto pulizzia,

qualunque sia er busilli, e chi se impiccia?

Indove che va l’acqua va er baciccia.

So’ un vero fijo de la democrazzia!

***

Ah, me scordavo, nun v’ho ancora detto

che sogno spesso e sempre in preda ar vino

e quanno m’arzo poi dar tavolino

ricconto quello che me insogno a letto.

 

Percui, de quanto sopra, nun credete

che tutto corisponne a verità.

Si a vorte er vino me pò fa’ imbriaca’

e penso, “certo come nun fa er prete”

è  sortanto er pensiero de un gran fesso!

Però, sognanno, quanto me ce scotta

Vede’ che ce so’ fiji de ‘na… pagnotta

che io solo a pensacce so’ depresso.

 

Depresso perché, come tanta gente

che subisce le botte der governo

pur’io e poi nemmeno er Padreterno       

nun semo in grado mai de facce gnente.                                                                                                                              

Altre opere di questo autore