IL BACIO

Cielo perso negli occhi

un palpito prima di trovarsi

leggeri  a sfiorarsi il viso

senza toccarsi ancora

e guardarsi senza rumore

con dita incerte d’emozione

indugian le bocche inseguite

in leggeri sorrisi disegnate

Carezze su occhi socchiusi

s’intreccian di brividi ai capelli

e guance colorate d’attesa

nei palmi di mani impazienti

…Guardami….

…Ti vedo….

E labbra sulle labbra

a respirar respiri

di frutti maturi il gusto

i sensi a riempire

il cuore di battiti spaccato

morde le nubi e a terra ricade

e ancora labbra a cercare

perché di quelle ali

non lasci il sentore

Di  vino sensuale la mente s’inebria

morbida il capo piegando

non c’è Tempo in questo languore

non c’è Sempre

non c’è Mai

solo fiati di note mormorati

per  morire

rinascere

e morire di nuovo….

…Tienimi….

…Sto cadendo….

Mi abbraccio nel tuo abbraccio

a ritrovar respiro

cuore contro cuore

a misurar l’affanno

e poi amore saziami

di un altro bacio ancora

Altre opere di questo autore