LA QUARTA STELLA

Una fascia di terra vicino alla notte, Oppure, una fascia di mare Di fronte al sole, Quella che noi viviamo. Conosco molto bene Il treno che sto prendendo Amore mio, Rassicuratene. Sono le stelle che camminano, Ad indicarci la strada Che lenta sale verso il tempo E scende piano, su di noi. La prima ora e' la notte che arriva, La seconda cade lontano, La terza ora, ci sorride e dice piano Che si puo' fare. Quando ero solo non parlavo spesso, Scrivevo poesie e racconti in prosa, Come: "quando balla il tempo", Oppure: "il sole muore". La stanza ? vuota senza te, La vita dolce che ho con te, Non conoscevo ancora, Ma oggi, ancora una volta scrivo. "La prima ora inizia la vita", "La seconda buona fortuna", "La terza stella illumina il cielo", Quattr'ore piu' in la', nella notte scura... ...Sei comparsa tu.

Altre opere di questo autore