E COSI'... MI PLACO

Avvolto dalle foglie sempreverdi, qui... Ti ascolto parlare e tu non sorridi, Di questo mio cammino che mai l?autunno Come se il mio cuore sorridesse Vuole ancora con se. Le mie mani ti cercano, e io cos?... mi placo. Ascolto violini che stridono lontano... Ti guardo sorridere quando non parli, A quei suoni che sempre pizzicati al cuore Se le mie orecchie sentissero parlare Sorrido sospeso. Le mie mani ti cercano, e cos?... mi placo. Dei minatori ascolto le frasi tremanti... Ti aspiro alle narici quando fai l?amore, E i volti neri di terra e carbone Come la vita aprisse gli argini dei fiumi Che i sorrisi sbiancano, Alle cateratte dal monte, e cos?... mi placo. Opere tra i quadri esposti in gallerie... D?amore che si spandono come olio sul piano, Tra tristi infingardi che siete voi Io vivo di te e di te mi cibo... e rinasco. Incontentabili finti giullari cos? apparite Ma so che di te non mi stancher?? e cos?... mi placo.

Altre opere di questo autore