L'alba che non vedr? (dedicata ad un amico che ha perso la compagna)

Vivo di sospiri senza voce e dissolte emozioni di sentimenti persi in aridi deserti ove i tuoi pensieri si dissetavano nei miei vago in immaginarie oasi mi illudo sfioro miraggi d?amore creo alchimie di desideri illudendomi che possano renderti la vita poi lo specchio dell?anima riflette la tua assenza e su ali di consapevolezza la mia ragione avvicina cos? ogni notte soccombo al turbinio di pensieri che orfani di te divengono granelli di sabbia ? allora che la mia vita diviene una fredda duna posta d'innanzi a un orizzonte che non vedr? pi? l'alba.

Altre opere di questo autore