Autunno

  Una notte di pioggia e di vento,
L'autunno è arrivato,
da lontano un continuo e sonoro lamento,
mi riporta a ciò che è stato.

Il freddo è pungente,
la coperta una vera amica,
la prima cosa che salta alla mente è il ricordo dell'estate e della primavera.

Dalla bocca vapore,
dal cuore un avvertimento,
la ricerca di calore allieta ogni sentimento.

Una tazza bollente,
lo stare vicini,
chiamar tanta gente,
l'accender camini.

E' il momento di chi si ama,
di chi non si lascerà,
del cavaliere e della sua dama,
di immaginare ciò che accadrà.

Il caffè sul fuoco,
un fresco risveglio,
star sotto le coperte ancora un poco:
non c'è niente di meglio.

Il mondo fuori ti aspetta,
quasi volesse cominciare,
e ti muovi senza fretta,
per farti desiderare.

Autunno colorato,
tu mi lasci folgorato,
dalla tua bellezza della tua piacevole carezza.

E' ora che la malinconia ti insegue in ogni via,
ad ogni volo di una foglia come un libro che si sfoglia,
e giunge alla fine del capitolo di un libro senza titolo.

Ma è la tua vita:
un piccolo capolavoro di gioia infinita.

Altre opere di questo autore