UNA FRASE PER RIFLETTERE

Coloro che vivono d'amore vivono d'eterno.

Ho conosciuto Lara

Fiorella Giovannelli

Ho conosciuto Lara

 

Una giovane signora

mi guardava come fossi sua madre

per un abbraccio di conforto.

-REPARTO ONCOLOGIA-

Noi mogli in attesa di giudizio.

Lacrimavano i nostri occhi rossi di dolore

Ho avvisato il terrore nei suoi.

.

Ho chiesto il suo nome

Lara signora... mi chiamo Lara sono filippina

senza prender fiato

mio marito è troppo giovane signora

abbiamo due figli troppo piccoli l'ultimo

ha solo un mese

.

  • Scendono stille silenziose dai suoi occhi neri

    solcando il suo giovane volto

    sfioro la sua gota per spostare quel dolore.

    Cosa fai Lara resti anche tu per la notte?

    No- non posso signora

    l'ultima corsa è alle nove e trenta

    devo allattare il mio bambino.

    Vai Lara è quasi ora, non posso andare se

    prima non ho notizie- non potrei dormire

  • .

    Ho paura ...tanta paura, il suo dolore, il mio dolore attecchiti

    all'anima senza respiro è andata via di corsa

  • Lara senza informazioni

    Per alcuni giorni non l'ho più incontrata.

    .

    Ho rivisto Lara

    mi è venuta incontro con un bel sorriso

    mi ha abbracciata e baciata sulla guancia tesa alla speranza.

    Non aveva ancora il referto medico

    il suo sorriso è sbocciato in preghiera

    pregava e piangeva nel reparto oncologia

  •  

    Non ho più notizie di Lara

  •  

  • -io mi commuovo davanti ad una foto ed un freddo marmo!-

    .

  • Fiorella Giovannelli

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 1363
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative