Di ritorno


non vivo più nella illusione di sentire
ancora la tua voce, disturbata dal vento
nel lieve ondular delle placide acque
...ascolto solo  silenzi ...
di ritorno da te così vicino
così tanto....

vorrei raggomitolare i vecchi giorni
per capire e forse tradirei anche la mia anima
ma, oggi in questo azzurro che mi fu sole
e dopo gelo sulla mia pelle...
 amara solitudine del niente
mi trascina in questo viale di limoni
con passi ciechi  e balbuzienti

 

Altre opere di questo autore