Sfogliando le ore

  Forse è l'ansia dell'insonnia
a scomporre la folla dei pensieri
a volte avevo paura a volte li respingevo
alcuni fantasmi che mi hanno graffiato

ora sono solo ombre sfumate
fugaci echi di sillabe oscurate,
non più sconvolgono l'incertezza
 del domani.

In palpiti di silenzio sfoglio e allontano
il mio pensiero, quando mi aveva reso nulla

Altre opere di questo autore