Malinconia

L'aba mi veglia questa mattina della notte insonne sfrecciano velocemente dinanzi ai me suoi petali, portati dalle rondine tanto da non distinguere le forme ne i colori, ....i miei capelli mossi dal vento, immobili i miei occhi ad osservare la lunga onda dell'aurora che frange nel suo guanciale, in alto la bianca luna...Rondini s'improvvisano acrobati pagliacci. s'affannano per lo spettacolo, perch? mie care amiche mattutine volete strapparmi un sorriso? questa mattina non c'? nel mio viso, non posso sorridere Questo vostro giocare non mi rallegra. Il mio sogno, racchiuso nel cuore con struggente tristezza, non lo rivivr? pi? . Mai sarebbe riuscito a volare come una farfalla, tra i viali che conducuno all' eterno Questo sogno un giorno mi apparve nel suo volto e fin? nelle mie mani... continua sofferenza, questo amore cibo, senza pi? linfa, ormai questione di ore...e tutto torna nel cassetto dei sogni perduti Il cielo... quel cielo, quel cielo che avevo sempre osservato e che avevo immaginato infinito, aveva invece dei limiti . Non ho pi? cognizioni di orizzonti e felicit? terrestre, che avevo sempre sognato e vissuto, pieno di colori e profumi ..non lo rivivr? mai pi? Non si attenua il dolore nel mio cuore aumenta la pena per questa attuale dall'alto della mia casa mi ritrovo ad ammirare il mare, lasciandomi agitare i capelli dal vento violento di tramontana, una folata mi sottrae dal pensare mi ritrovo a volare, tra le fredde raffiche di parole rilegate da fili di ombre tutti i miei scritti sono raccolta di 20 anni circa per cui il giorno della pubblicazione pu? non corrispondere al giorno della stesura

Altre opere di questo autore