Accendo e spengo la radio nell' istante

Incrocio,
giardino di profumate spezie  e
tenero albero di piccole bianche mele,
non ci sono suoni d'insofferenza
in questa stazione resta
smarrito un colore senza desiderio
di ritrovarlo, l'allarme di una moto si perde
sommerso tra solidi faggi

guardo la genziana
il passero  in cerca di cibo
spolvero gli occhi
è rosso vivo il geranio
che splende tra l'azzurro e il verde
 
pensieri confusi  bussano
cercano di distrarmi
no, non oggi... non qui


accendo e spengo la radio
nell'istante stesso...



Bassiano (latina) luglio 2005

Altre opere di questo autore