Fuori orario

Venerdì ore 5,30.

Cammino per distrarre il sonno che non è arrivato.
Come sempre il mio sguardo alla tua casa.
Ma... la tua... la tua casa, era già aperta!

Sorpresa sono entrata
Ho bagnato la mia mano
In nome del Padre
Fronte, petto e spalle ho segnato.

Tu sapevi, mi aspettavi.
Ti ho parlato, ascoltato
Ho ripreso il mio cammino.

Per me, avevi aperto la tua casa fuori orario.

Altre opere di questo autore