Requiem per un amore

Angoli chiusi, serrati a doppio giro riaperti con fatica, consacrati, Sala d'attesa bianca a tratti vuota personalit? commoventi, cadute, genuflesse, fazzoletto dimenticato, scritto, di confidenze carnali e malintesi voluti Sala d'attesa, parete maculata confonde l'almanacco ciarlatano. Aria vuota, sfida cerchi di fumo inquieti. Nota la storia, letta e riletta, lunga? No! Troppo breve il giro sulla giostra per essere dimenticato Sala d'attesa pareti in nero, lutto? Sogni tuo Padre morto, dolcemente ti bacia il cuore, staser? morir? di nuovo per te Scorrono le pagine dell'almanacco non sempre ciarlatano ripensi alla lettura, pagine amorfe, inquiete, non c'? pi? tempo, arriva il treno, corri, corri, non vuoi perderlo t'invitano a scendere chiudi gli occhi, cadi, settimo gradino dimenticato. Sala d'attesa affolata dietro il vetro resta una lacrima.

Altre opere di questo autore