Sono venuto a prenderti

 Si fermò tutto attorno,
era notte, era giorno,
sempre la stessa luce intorpidita.

L'aria non fu più morbida e i pensieri troppo soli
Quattro mura non scaldarono il tuo respiro
Anni piatti, senza apparenti emozioni.

Emozioni che restano lungo il Naviglio,
dove il pensiero non ti é concesso,
tra le pagine aperte della memoria
muto il tuo urlo di libertà,
là dove il tuo pensiero era preda dei più folli.

Dopo il canto della notte
come un flash aprire gli occhi e
sognare, volare, con voi mie parole
che non mi tradite...
soffiate forte come il vento
e il vostro sussurro singhiozza nel mio cuore
tra grigi anelli di fumo, guardare e
riguardare il palmo vuoto della mano
... pensare .... Respiro!

Qualcuno verrà a prendermi?
Profumo di emozioni.
Io non ricordo più come si ride.

Anima soffice come nuvola, di
Amore e Poesia eternamente vivo!

fiorella
(ad.. Alda Merini)

Altre opere di questo autore