L'acrobata

L?acrobata alla fune si nasconde le paure dentro il talco delle mani sbalordendo tutti quanti se si dondola a mezz?aria col sorriso sulla faccia perch? di quel terrore vuole perdere memoria. La sua donna ? un volo rassegnato alla caduta ed al rimpianto quando lancia i suoi sogni su un trapezio e sotto guarda lo spavento che l?aspetta. Ma l?abilit? non ? onnipotenza e con la boria si confonde e cerca appigli in buchi d?aria sulla lastra di uno specchio scivolando come neve sopra il ghiaccio sul riflesso di se stesso. (novembre 2004)

Altre opere di questo autore