Contrasto ( Dissociazione ? Invenzioni )

Dissociazione Un dritto, un rovescio, un altro dritto? continuo cos? fino al termine della riga. Scambio i ferri e ricomincio. Le mani proseguono da sole, la concentrazione sfuma. Non c?? il rischio di sbagliare: un dritto, un rovescio. Ancora molti giri, poi gli aumenti. Si segue la traccia stabilita. Pare la vita: gli appuntamenti gi? segnati sull?almanacco appeso alla parete. Inserisco il pilota automatico e sopravvivo. Il pensiero segue altre rotte. Invenzioni Ho fra le mani un nuovo canovaccio. Non c?? una trama. La invento via via che il filo si svolge fra le dita. L?istinto ? il timoniere e non ci sono regole. L?andamento ? irregolare, come il mio umore. Fughe di archi lanciati verso l?alto, le attese ed i ritorni. Maglie gettate, abbracci che s?incrociano nei nodi e, punto dopo punto, prende forma il lavoro, come una storia tutta da inventare. Gi? ti vedo nel disegno che imbastisco. Il pizzo s?allarga come la schiuma delle onde sull?arenile e mi riveste come una mantiglia. Avvolta da increspate trasparenze, danzo la vita e tu sorridi.

Altre opere di questo autore