Tesoro nascosto

Trotterellano
audaci pensieri
nell'agognata stanza.
Scoprono
la farfalla
dell'accecante bramosia
su di te poggiata
senza riluttanza.
L'attesa insaziabile
d'una vorace scoperta
riscalda voglie...
l'acqua dei sentimenti
le fanno evaporare.
Mi inebrio
dell'amore raccolto
sulla femminilità
che sfacciatamente mostri
senza lesinare.
Con mani tremanti
afferro il tuo sguardo
bevendo
languidi pensieri
per smorzare l'arsura.
La caccia
al tesoro nascosto
s'apre nell'umida bocca
d'una lingua che il frutto
intravedere lascia con cura.
Scivola il respiro
fin dove la strada
attende d'esser profanata
da morbidi passi
di tiepide dita.
Divampa
il calore...
divorarti vuole
come succulento premio
al termine della partita.
T'accendo dolcemente
donandoti i miei palpiti
per farti vibrare
nell'ascolto di gemiti
divenuti roventi al tatto.
Il corpo godere vuole...
pace non avrà
se non assaporando la libido
d'una esplosione infuocata
ch'al prezioso piacere
avrà sottratto.

Altre opere di questo autore