Perdono divino

Col rosario
tra le mani
recita orazioni...
credendo
nel divino perdono
senza dispiacere
nel cuore.

Il pentimento
non veste l'anima...
implora dimenticanze
d'errori umani
senza biasimo alcuno
per il male esercitato
senza pudore.

Fonte d'amore
irriga le strade
degli emarginati...
poveri di soldi
ma ricchi di virtù
e d'umanità:
fievole luce
per l'indifferente mondo
che impassibile
alle altrui sofferenze
assiste senza dare.

Perdono divino?
Per rimedio
all'indigenza dello spirito
non v'è prezzo...
somma alcuna
che giustifichi o cancelli
con false preghiere
neri disagi
se al credo professato
un bene nuovo
non ci s'appresta a fare.

Altre opere di questo autore