Papaveri

Vermiglie chiazze
in campi aurei...
vetusta traccia
dal piede calpestata.

Ivi ondeggiano
lunghi esili steli....
corolla di purpurea seta
dal vento dondolata.

Sussurrano al vento
fuoco intenso e vitale...
invitando a rimirare
leggerezza floreale.

Freschi e delicati
simili a carta di riso...
durano quel tempo
dalla natura deciso.

Per l’animo ferito
ben altra è l’accezione...
disperazione da lenire
vero sonno per Demetra.

Dal dolore intorpidito
anche il cuore si consola...
più non pulsa rettamente
divenendo pura pietra.

Altre opere di questo autore