Un viaggio indimenticabile a Santorini

Questo è il racconto di un viaggio. Un viaggio davveo speciale che ho fatto insieme alla persona più importante della mia vita. Una donna che mi è rimasta del cuore, e che mi è sfuggita per un errore imperdonabile che ho commesso. Stavamo bene insieme. Eravamo due spiriti liberi, antrambe amanti del viaggio, della libertà, insofferenti alle costrizioni dell'angusta vita borghese cui ci avevano destinato le rispettive famiglie. 

Lei e io eravamo una coppia felice. Volevamo mettere alla prova la nostra felicità con un viaggio, un lungo viaggio. Abbiamo scelto la Grecia perché entrambe amiamo l'antichità classica, e siamo venute su a pane e filosofia. Siamo partite per Atene un grigio pomeriggio autunnale, con un programma di viaggio che ci avrebbe portate a girare tutto l'arcipelago e a sfiorare le coste dell'Asia Minore. Abbiamo preferito viaggiare d'inverno, quando la Grecia è fredda e spoglia come le case nelle quali ci piace abitare.

A Santorini siamo arrivate con la pioggia. Pioveva sul mare, ma noi eravamo allegri e spensierate. Bevevamo troppo, in quiei giorni sulle ali di un entusiasmo davvero sfrenato e liberatorio. Siamo scese in un hotel a quattro stelle, decise a concederci piacere fuori dall'ordinario, come fuori dall'ordinario è sempre stato il nostro amore. La vita in un albergo della Grecia, d'inverno, non è molto movimentata. Trascorrevamo ore e ore nella sauna, a parlare e a baciarci.

Prosegue nella seconda e ultima parte

Altre opere di questo autore