CHIOVE ANCORA...

 
Chiove ancora...

N'gopp'è pann appise a fore,

n'gopp'è piante, n'gopp'è ram dè'rrose,  e

io accussì me sento... na pezza n'fosa

appesa a corda  fore...

Miezzo a sta natura c'à pare che more, mentre

Addummann ò cielo:

Chisà quanno jesce ò sole...

È quasi vierno e aspetto sulo ò friddo ormai

Ma tu, cà ò sole sì...addò stai?

Te sì allontanato a mè

comme ò sole s'alluntana d'à terra

a vierno...e chiove ancora...

n'gopp'è ram d'è'rrose...

n'goppa è foglie rosse dà vite aggrappata ò muro

ma po' o sole torna...

torna sempe vicino a terra, invece

tu nun tuorn cchiù...

è ‘rrose turnarrano a fiurì,  e a vitè farà l'uva, ma

io resto ccà..appesa a stà corda fore,

int'ò giardino...n'fosa...

comm'à na pezza n'fosa quanno chiove,

cà nun s'asciuga cchiù...

pecchè tu  nun tuorne tu!

(TRAD)

Piove ancora...

Sui panni stesi fuori

Sulle piante, sui rami delle rose, e

Io così mi sento...uno straccio bagnato

Appeso alla corda fuori...

In mezzo a questa natura che sembra stia morendo, mentre

Domando al cielo:

Chissà quando uscirà il sole...

È quasi inverno e aspetto solo il freddo ormai

Ma tu che sei il sole...dove sei?

Ti sei allontanato da me

Come il sole si allontana dalla terra in inverno ...e

piove ancora sui rami delle rose

sulle foglie rosse della vite aggrappata al muro

ma poi il sole torna...

torna sempre vicino alla terra,

invece tu non torni più,

le rose torneranno a fiorire, e la vite farà l'uva, ma

io resto qui...appesa a questa corda, fuori nel giardino...

bagnata come uno straccio bagnato quando piove,

che non si asciuga più

perché tu non torni tu.

Altre opere di questo autore