IL PIANTO DELLE ROSE NERE

Anche il silenzio

racchiude talvolta una gioia

sottile ed arcana

che fluttua incostante

dal cuore alla mente

ed è bello ascoltare

e tacere

ma

un po’ più distante

fra canti e  risate

odo il pianto incessante

delle rose nere

Fuggo  allora

 a ritroso nei giorni lontani

dove Hansel e Gretel

mi tendono mani

invitanti

Così li raggiungo

e con passi esitanti

ancora una volta

nel tempo gabbato

varchiamo la soglia

ed entriamo

nel bosco stregato

Altre opere di questo autore