Il posto delle fragole

 

Splende sull'arco dell'orizzonte

il riflesso d'un pensiero vago

mentre la mano accarezza il buio


Aspetto qualcosa, forse qualcuno,

un'armonia nuova, un prisma di luce.

In paradiso c'è festa. In questa sera

smemorata, sento l'eco velato delle voci.


Il nero è un colore inesistente

il bianco è pura trasparenza

In mezzo l'arco della vita riemerge

assumendo sembianze dai mille colori


Lei aveva un vestito azzurro, corto;

legava alla vita, sciarpe di seta cinese

finissime, intonate al turchese del mare.

Gli occhi, due smeraldi trasparenti


Dall'asfalto ferito, rivoltato, frantumato,

s'alza un suono sordo, di pietre divelte

come le mie trincee dure al piccone

ma inconsistenti più del vento

se bussa alla porta un ricordo


Le mie pigrizie sfuggono il confronto

con i freddi resoconti dell'anima:

Ho perso l'affanno improvviso

di bimbo sorpreso, quando l'ignoto

era un mondo nuovo, da esplorare


Il bianco ed il nero, come un film

di Bergman, sono le porte

da cui si entra e si esce da questa

strana ed unica esperienza , la vita.


Occhi di smeraldo e sciarpe di seta

vagano nel limbo dei perduti amori

senza che il tempo ne possa intaccare

l'eterna consistenza, nuvola di niente.(*)


E la malinconia dilaga in sorriso amaro.



********************************

* Nuvole di niente è il titolo di un libro

di poesie di Mariella Cerutti Marocco


Altre opere di questo autore