NONSENSE-ONE

Semafori obliqui scendono tra lance di sorsi assetati; losche e fatiscenti invidie temerarie accartocciate tra suicidi immacolati. Trai il breve freddo d'estate il caldo d'inverno mostre aggrappate tra le lune eclissate dagli occhi umani. Marte lascer? posto al domani del nostro meschino piede terrestre baciato dal sole che ormai spento tra il suo fuoco desta solo fantascienza di umile futuro.

Altre opere di questo autore