libertà

un pachamama da aprire……………..

un reggea da suonare………….

un suono da diffondere…. sempre….

una filosofia da cercare…… nei segni…..

ma un suono è una melodia limpida…. e pura…. ma il vuol dire…. essere libero… di suonare…

la libertà di essere vivi…. eterni…. sempre … liberi di

suonare ovunque…e comunque…

ma un prete a maggio… suonò il suono puro

quello falso scese in soffitta… in quella nera soffitta

il nero della donna dalle poche parole… cucinò per il

brodo lento…. lentamente scese….. la pioggia..

lentamente soffio il vento….del nuovo mestolo…

la cucina del arci camalli era … il sogno dei nostri…

bambini…. che i comunisti imperiesi si mangiavano…

negli altri locali invece… si mangiavano i comunisti….

erano tempi bui.. si era sempre al buio… sempre al

buio…. calorono le telebre….. ed volavano… i germi..

dei mafiosissimi….

Altre opere di questo autore