Vento

Vento ? che alzi il tono della tua raffica in sibili di dolore spazza dal cielo quelle nuvole sinistre e scure. Nel tuo tragitto avvolgente scuoti gli alberi dal sonno immoto degli anni. Ma lascia in questa sera che il cielo mostri le stelle che sgomitano per il posto d?onore allo spettacolo della luna che nasce. S?affaccia alla notte con i riflessi d?argento e illumina i sogni rischiarando il tormento. In questa notte di stelle vezzose abbandona il tuo canto sbuffato e acquietati ad ascoltare il pianto di un uomo che cerca nel suo passato una carezza? un sorriso? un bacio. 03.03.2005

Altre opere di questo autore