E' Festa

Incombono giorni di Festa

con passo afoso

che alternano notti insonni

a grida sorde di dolore.

Grondano di rabbia

ferite aperte da piaghe

d'impotente rassegnazione.

Sarà Festa

nel crepitare dei fuochi d'artificio

e nel paese si recita a soggetto

la coroncina del rosario

tra uno sbadiglio

e un canto.

I goccius alla Vergine Assunta

paiono lamenti

in queste sere senza vento

che si perdono tra mille suppliche

e una preghiera al cielo.

Sarà Festa..

di popolo credente

e di anime assuefate al peccato.

Sarà Festa di altro dolore

che grafia l'anima

e imputridisce speranze morte

riposte in grazie mai concesse.

Sul palco suonano

strumenti accordati ai sogni

e i ricordi spellano il cuore

lasciando nudo il dolore

in questo Ferragosto imminente.

 14/08/2005

Altre opere di questo autore