La Scimmia...(omaggio ad uno sconosciuto)

Tremante di febbre in una tiepida sera cerchi di sfuggire nel buio agli sguardi delle ombre di varia umanit? che ti sfiorano appena. Una giungla ? il tuo mondo, feroce e spietata, belve i tuoi simili sempre in cerca di preda che sazi la loro fame innata. Non amore da essi, non tepore dai loro corpi, ma gelido egoismo e famelico possesso nascosti da una cortina di ipocrita piet?. Ma la scimmia ? con te! Sulle tue spalle ricurve, stretta al tuo collo per darti calore che plachi il tremore delle tue membra. A prezzo della vita che paghi indifferente...

Altre opere di questo autore