Gemiti e occhi, il limbo

Col respiro del vuoto
che non porta risposte,
assente in un gioco che
mi ha vinto.
No, oh no
non me
stavolta no...
Ritornano i gemiti che
annnunciavano ciò
che gli occhi, a breve,
avrebbero visto.
Confessioni di un'anima
che di colpo non vola più.
I pensieri hanno il liquido
colore rosso che vibra
e le parole non dette capitolano
contro un muro che mi sta
schiacciando.
Ho rincorso la mia ombra
senza mai voltarmi ed ora
che quella voce echeggerà
nelle notti insonni,
non trovo niente di meglio che
discendere il pulpito dei
vetri infranti,
affogando nel limbo che ogni mattina
mi ha illuso.


Altre opere di questo autore