migrar su di una nuvola

Vorrei che per un giorno
arrestassero le mie emozioni,
isolate dal sentiero che conduce al cuore.
Vorrei essere freddo come il marmo che mi
sta spiando..
Vorrei provare a non provare..
assorbendo senza cicatrici
le schegge del tempo che rimorsi
non ha.
Vorrei aprire il cancello che occlude
il giardino delle risa fiabesche
e coricarmi senza l'assillo di guardarmi
alle spalle...
Dovendo migrar su di una nuvola che
si sbarazza delle bocche bisbiglianti
e dei loro occhi, che per un attimo,
colti dal disagio della sorpresa,
dissipano in gola il canto della vittoria.

Altre opere di questo autore