Calda notte

Gocce di fredda rugiada imperlano il mio labbro superiore, la fronte, la nuca, i capelli, immobile aspetto che passi... ma rivoletti di sudore scendono imperturbabili anche lungo la schiena, sotto il seno, scendono e scendono. Tutto il mio corpo ? imperlato di goccioline, non posso continuare col semplice ventaglio... Sono ancora in costume, mi alzo, esco dalla mia stanza... Quattro o cinque passi e raggiungo la piscina mi denudo, mi tuffo... quale meraviglia! L'acqua fresca mi avvolge come due braccia forti che mi stringono a se e mi accarezzano dolcemente... nuoto piano, vedo la luna che col suo chiarore si rispecchia nell'acqua, e sembra che sorrida con aria sorniona. Ancora due bracciate e fresca come una rosa guadagno la mia camera, raggiungo colui che mi sta aspettando...

Altre opere di questo autore