La rosa senza spine

 
E io volevo darti

Una rosa

Senza spine

Il profumo è sparito

Tra le orchidee

è rimasto il rimpianto

Quasi il dolore

Di quel maledetto

Tuo sorriso

Che uccide

Ogni mia velleità.

Tu sei ancora qui

In questa notte

Di luna a spicchi

Di colori forti

Di profumi fioriti

Di fruscii argentei

Di magici rivoli

E l'avvicinarmi

Al tuo viso

Per il bacio di circostanza

Spreme forte al vento

Il mio cuore inutile.


(E qualcosa è rimasto

Senza troppe pretese

Con i lunghi sguardi

Cercando sempre furtivo

Di cogliere l'emozione

Che fu di un tempo

L'angolo acuto di sorriso).


Altre opere di questo autore