Visioni 82

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Là c'è il demone

laconico

del lacedemone

dalla calma d'ira.

Quà c'è l'angelo

della solitudine

in cui ognuno

sprofonda

nei sproloqui

antacatalitici

ma semeiotici

d'una h mu(l)ta

sotto una c(hi)appa

d'afa con lett(i)ere

grondanti vocali.

Altre opere di questo autore