*Un sapore di attesa*


C'è un sapore di attesa nell'aria

già rintoccano nel cuore campane.

Un innato desiderio di luce e di pace

fa  vela lentamente

verso acque quiete di puro amore.

Sospingo la mia arsa anima 

dalla rada dei rimpianti

e delle sofferte assenze

verso il rassicurante approdo

del più luminoso dei fari: Gesù!

Con cuore tornato fanciullo

sciorino giocosi desideri

ed imploro alla volta celeste,

con ali finalmente ben salde,

voli quieti e placidi

nell'azzurro cielo della serenità.

 

Antonella P. Di Salvo

                             

23 Aprile 2011
Prima di recarmi
alla veglia pasquale

Altre opere di questo autore