*Il volto dei miei cari, tra quello degli angeli*

Aspetto assorta

la amata sera

i pensieri

- colori e gemme

di pure emozioni -

si intrufolano

in sordina

fra il tramonto

ed il silenzio.

Sui vetri appannati

della finestra

trova appiglio

una piccola

foglia secca

timida e solitaria

lì sospinta dolcemente

dal vento;

tra le pieghe dell’anima

trovano appiglio

singhiozzanti ricordi

mentre si espandono

senza ritegno nell’aria

i dolci profumi

dei biscotti natalizi.

Quante vuote sedie

quanti silenzi

quanti rimpianti

di emozioni mai vissute!

Con occhi lucidi cerco

amate assenze

tra il luccicante bagliore

della luna e delle stelle.

Sorrido ai miei figli

solo con gli occhi

mentre lacrime nascoste

senza pietà

scavano dolore

tra le anse del cuore.

Provo ad immaginare

il volto dei miei cari “assenti”

tra quello degli angeli.

© Antonella P. Di Salvo  2010

Altre opere di questo autore