*I sogni bevono da cascate di stelle*


I sogni, a volte

sono come fiumi macchiati  di rosso

hanno sensuali labbra scarlatte

ed indossano larghi  cappelli

guarniti da ciliege selvatiche.

I sogni, a volte, sono come notti 

fumose di nero dolore

o solitarie e malinconiche

ed hanno passi avidi di lacrime

rumorosi, pesanti ed ostili.

I sogni, a volte, sono come il miele

si tingono di dorata dolcezza

e profumano di inebriante zagara

di pesco o di mandorlo in fiore.

I sogni, a volte, sono scintillanti

e chiudono il tramonto

bevendo avidamente speranza

da cascate di stelle

che precipitano sulla terra.

 

Antonella P. Di Salvo  2011

Altre opere di questo autore