In sogno

A giorni, ad ore sconosciute ho cavalcato un sogno impossibile ma dolce, scolpendo nel cielo, con o senza luna, immagini paradisiache che raccontavano storie d?amore a lieto fine. Tutte le ho volute e disegnate a lieto fine le nostre storie, per smentire gli scettici. Senza potere ho, poi, scritto di rosso sangue, storie di matasse svolte troppo precocemente. Adagio mi sono addentrata in cunicoli profondi e ciechi, arrendendomi ad un calvario, pungente ma caro, camminando su una strada ricoperta, ogni giorno, di nuova nebbia. L?insinuazione dell?enigma, paradossalmente, mi ha portato a sconfiggere un sogno per continuare a sognare. Ho scoperto il paradigma della parola ?sogno?: ?non serve la fantasia delle vilt?, ma la ragionevolezza del coraggio per realizzarlo?. E? diventata matura la certezza che qualcosa pi? di una ingenua illusione deve esistere, d?ora innanzi, davanti a me, e la mia morte non sar? ebbra di serena indifferenza ma vitale di estenuante, possibile ed autentica felicit?.

Altre opere di questo autore