lasciamo quest'acqua defluire

  c'è un sole
che scalda la pelle
evapora i respiri
dissolve i pensieri

questa luce accecante
che sbiadisce le ombre
dei nostri silenzi
il tormento
si prende quella maschera
che è la paura

non resta
che prendere il vento
e adagiarsi sull'onda
per spingersi a largo

il mare accoglierà
i pensieri nefasti
ne farà unguento di vita

quella croce
ricorda il mistero
tramanda l'inganno
di una storia lasciata
agl' indovini

è ferro forgiato
da braccia affannate
mantici di rabbia

lasciamo quest'acqua fluire
dubbiosa
oltre l'ansa di destra.

Altre opere di questo autore