il taccuino nero

 
In un angolo di un cassetto

dimenticato

tra profumate camicie di lavanda

e celato a sguardi profani

ho ritrovato  un piccolo e sgualcito taccuino nero

fermato da uno stanco elastico

dalle pagine seppia

segnate da inchiostri ingrigiti

emozione nel sentirne

nel tatto la sua esistenza

compagnia di un tempo andato

cinque anni e non più

amico delle mie insonnie

trastullo delle poche solitudini

di allora

pagine fitte di parole dai segni rotondi

di storie vissute

di lettere mai spedite

di passioni consumate

e come ritrovarsi in uno specchio

con l'anima nuda

a ricordi sopiti

sfoglio con le emozioni di ieri

i fuochi restati e impressi nel bianco di un foglio

e ne rivivo quegli attimi

ormai fuggiti nel vissuto

perle del mio cammino

del mio essere oggi

Lorenzo

libro di vita e di eresia

raccolta di frasi di notti profumate

per non essere dimenticate

di foglie cadute in viali ombreggiati

di sospiri restati su rami secchi

di icone sbiadite dall' effimero


...............onnipotenza illusoria.

Altre opere di questo autore