Un velo anche per l?ombra

L?odore sudato del pudore scorrendo s?affaccia. I fiori dove sussurro preda a prendermi meraviglia la corrente ombra su ombra che il piacere fruga. Fugge la terra al sole gi? dall?autunno per rotta e canto fra polsi di rami al vento cantilena di stagioni. L?immoto affonda e al tempo piega l?invisibile unghia di un indice in alto e in basso tiranno di rischio. E ritorni partire confinati impronte a custodire passi. Domani come il passato conoscenza eguale nuovo tempo. Polvere che passi rivive in uno straccio ch?agita le mani. ? ancora gioco l?anima al silenzio un palpito in agguato a sorriso che mi sceglie dall'amore istante cadendo. Un velo anche per l?ombra. La cattura.

Altre opere di questo autore