Avanti il fine o non capisco niente

? cos? lontano chi nasce e vita si vende coi gomiti ad ogni bancarella dell?usato coraggio assotigliato fino al semplice e completo polvere a met? vertigini come il fiume per ingropparsi che sosta nella piazza lago. Poi l?imbuto rovesciato di una diga porge le labbra l?umido d?un bacio di coscienza in fronte quello incanalato d?un groppo in gola la bocca sulla bocca quale coltellata e varco delle dita a spaginare timidezza. Avanti il fine o non capisco niente.

Altre opere di questo autore