All'orazione del mattino

 

Divisa di piccoli punti

e di bolle d'aria

al primo mattino

si svuota una preghiera

che pare caduta lì

su di una striscia di sabbia.

A gocce che traboccano

dal mare annoiato

l'onda e l'alito del salso

alla prima occhiata del sole

sono all'orazione del mattino.

Nulla nulla

oltre il corridoio dell'orizzonte

che sfogli le ombre

delle gole del golfo

fino all'ora di cena.

Volare i gradini dei sogni

con la vela del pensiero

perché i passi affondano.

Tra le braccia per carità

il sole ha chiuso i suoi raggi

nuovo e perduto.

Tra breve le guance accese

nel crescer così lontano

un lungo viaggio a piedi

come prega il buio con il sole dentro

là dove vanno a finire i fantasmi.

Niente domande.

Altre opere di questo autore