Un elastico l'orizzonte

 

Eccolo che incalza

un corto giorno.

Si avventa.

Tutto da sé passeggiando

per cercare un afferrare

di un limbo la chiave.

Rapidi raggi

di lampadine in posa

ad avvicinarsi a luci spente

e boccate d'afa.

Sottobraccio differenze.

Un lungo incontro

di sapere l'allora

e che deserto attorno

a minuti ancora

è il nuovo campo

di messi il tempo.

Un elastico l'orizzonte.

D'un pizzico l'infinito.

Il futuro è un seme.

Di più.

Prima di iniziare

nel suo scalpello dell'infanzia al solco

lasciamolo volare.

Altre opere di questo autore