Sii.

 

Vedere d'angolo l'interrogativo

d'ogni per poi voltarsi.

Sta nella coda di un frack al valzer capogiro

come quella luna che si confonde

quando s'accende pallida di giorno

e cerca le stelle in eco cielo

che l'oltre invisibile chiama celeste effuso.

Penzolante metamorfosi un polpo

e scrigno la conchiglia pigra allo scoglio

vitali predatore e preda

alla schietta onda aspettandosi.

Il sé da soli passando oppure.

Le ore contate d'orologio campanile

e poi accorgersi che è il tocco di mezzo da solo

a confondere il tempo.

La porta orba di un un trompe l'oeil

che ne può uscire e può andare avanti.

Immagini o conosci.

Sii.

Altre opere di questo autore