Limpido disperso

? del vespro d?azzurro la differenza eguale di binario all?urto della luna che brucia al sole faccia a faccia navigando il cielo la vetrina. E s?incolla in ombra uomini case e fronde l?ambiente. E le spalle per strada a coppie per far pariglia respiro ch? a guardare insieme si coglie la salvezza pi? lontano. ? splendido fuggire a due mani urtando tutte le ore in cerchio. L?altro vagando scivola a quell?allegria turbata per ogni cieco eco e lo stende con il suo occhio a raccogliere silhouette di solitudine. Del limpido disperso per noi l?indovinare accende stazioni. Lontano forse verso pi? a nulla nell?interrogativo inabitato. E attende.

Altre opere di questo autore