Come un bianco sentiero

Restituendo in quello strappo un?altra pausa per capirle il segreto lucente come un bianco sentiero anche nella notte senza luci nel buio disordinato il mio passo ascolta. Dalla vita intorno a crescere di perch? le risposte affermative il divenire incalza gli anni a seguire. Se poi una pausa ? uno scarto di memoria tra le righe cancellate a dire a quelle figure lontane che hanno allungato il passo di volta in volta che sostano nelle loro orme. Come quei pesci che si confondono col fondo ma restano prede. Come si raccolgono le parole cadute al punto. Ed un finale che s?allunga come s?avvicina l?orizzonte dove si cammina lo scorrere delle acque. Solo il mare ricompone la scia d?una chiglia ch?affonda come un pensiero fisso acuta spina su gambo lungo.

Altre opere di questo autore