IN GABBIA

Son grigie le sbarre di metallo brunito in questa galera e di passi rabbiosi misuro i contorni stretti confini che non so superare Spossato afferro le sbarre e m'aggrappo al lembo di mondo che vedo l? fuori mentre lass? un falco volteggia nell'aria Sale, sale e libero si lascia cadere Frustrata impotenza mi coglie ed una lacrima fugge tra le mie ciglia Tendo una mano a cogliere un raggio di sole ...e " loro " l? fuori, ridono ridono e lanciano noccioline.

Altre opere di questo autore